CUCCIOLI YVONNE

*Today’s Yvonne ‘s puppies ( 15 days old )

I cuccioli stanno crescendo.Così abbiamo deciso di allargare la loro stanza.
Ma guardate il video.

Al momento non vogliono stare in nessun’altra parte se non in quel particolare posto.
Il motivo è semplice.Una tipica caratteristica del bearded, che si riscontra già nei cuccioli, è nell’avere sempre sotto controllo ogni situazione.
Yvonne entra sempre da quella parte per cui se lei decidesse di entrare o solo avvicinarsi, loro si sveglieranno immediatamente ed inizieranno a chiamarla per avere una sana e gustosa poppata. ❤ 🙂

The puppies are growing up. So we decided to expande their room.
But look at the video.
They don’t want to stay at any other space.
Think because they are waiting for Mam entering from that place.
Mam, please come back soon ! ❤ 🙂

Annunci

CUCCIOLI DI YVONNE

Oggi quattordicesimo giorno e serata non piacevole per i cuccioli.
Primo trattamento sverminazione.
Questa è una crema che bisogna spalmare sul palato del cucciolo in modo tale che si sciolga lentamente in bocca.
Ha un gusto terribile e per loro non deve essere una bella esperienza.
Tutto si è svolto sotto l’attenta supervisione di Yvonne la quale si intrometteva continuamente per vedere cosa stavamo facendo ai suoi cuccioli.
Al termine di ogni trattamento Yvonne leccava il muso di ogni cucciolo per rassicurarlo e calmarlo. ❤ 🙂
In questa fase di crescita ogni femmina diventa iperprotettiva dei suoi cuccioli ma Yvonne è iper iperprotettiva e non permette a nessun cane di avvicinarsi all’infuori del suo amore Einstein ❤ 🙂
12645052_974287679308202_2803409016023467917_n12662535_974288152641488_4705205601199511269_n12662531_974288765974760_7388396333553290758_n

CUCCIOLI YVONNE

Oggi i cuccioli hanno 11 giorni d’età e tutto procede perfettamente.
Come avete potuto vedere dalle foto i cuccioli nascono con gli occhi completamente chiusi.
Li apriranno verso il dodicesimo e quindicesimo giorno di vita.
Ma una volta aperti gli occhi non è che il cucciolo ci veda. Bisogna aspettare il completamento della retina che avviene verso il ventunesimo giorno di vita.
In questo periodo la loro vista è molto sensibile e bisogna stare molto attenti con luci particolarmente forti.
Noi in questo periodo usiamo delle luci rosse o bianche ma di bassa intensità
Il cucciolo ancora non sente, infatti ha ancora le orecchie tappate, ma inizierà a sentire i primi rumori verso il diciassettesimo giorno d’età.
Sentirà i rumori ma non sarà ancora in grado di percepire la provenienza.Solo al venticinquesimo giorno avrà acquisito totalmente l’orientamento uditivo.
L’olfatto si sviluppa dopo una settimana di vita.
Gli unici due sensi che sono sviluppati fin dalla nascita sono il gusto ed il tatto.
In questa fase di crescita bisogna fare particolare attenzione alla temperatura della cassa parto in quanto i cuccioli non hanno ancora sviluppato una termoregolazione autonoma.
Inoltre dalle foto si può vedere che i cuccioli hanno iniziato la pigmentazione del naso e labbra.
Una buona pigmentazione è indice di un corretto sviluppo del sistema nervoso.
Ora stanno iniziando a provare a  reggersi in piedi.
12647511_972058499531120_1336288301820657681_n

12647190_972058672864436_2793112189211470841_n12552839_972059196197717_3685794085924296931_n

MICHELANGELA

Questo primo pomeriggio abbiamo sepolto Michelangela ai piedi di una bellissima pianta nel nostro piccolo cimitero dove riposano tutti i nostri fedeli amici di vita.
Ma in questo breve scritto non vorrei soffermarmi tanto su Michelangela ,che rimarrà sempre nei nostri cuori,  ma soprattutto di quanto sia profonda la sensibilità caratteriale di un bearded collie.
Chi ha un bearded può capire quanto stia dicendo.
Noi abbiamo un bel gruppo di cui la maggior parte imparentati fra loro; nonni,padri,madri,figli,fratelli…insomma una gran bella famiglia con tutta la loro quotidianità giochi, litigi, dolcezze reciproche ect…
Hanno permesso e permettono a qualsiasi altro animale che venga a vivere con noi di entrare a fare parte del loro gruppo,di fare parte della loro famiglia e di considerarlo uno di loro.
Questo è stato il caso di Agatha e Michelangela.
Quando era morta la nostra prima gatta Agatha avevamo potuto notare di quanto fosse profonda la sensibilità di un bearded.
Oggi ne abbiamo avuto un’ulteriore conferma.
Chi è stato da noi sa che qui c’è sempre un gran movimento di cani ma oggi quando sono andato a prendere Michelangela, tutto si è fermato improvvisamente.
Silenzio assordante. Tutti sono venuti ad annusare Michelangela come ultimo saluto e poi qualcuno ha iniziato a lamentarsi.
Vedendo questa scena a noi sono venuti i brividi, ma quello che più ci ha impressionato che prima uno, poi un altro ed alla fine tutti hanno iniziato ad ululare come fosse un gran lamento per un breve periodo, poi all’improvviso totale silenzio.
Sinceramente di questo loro ultimo comportamento non so cosa pensare.
Hanno voluto manifestare il loro dispiacere per la perdita di Michelangela, semplice coincidenza, stavano pensando ad altro….non so proprio.
So solo che questo ricordo ce lo porteremo per tutta la vita. ❤
Grazie per la vostra attenzione e vi auguro una buona serata.
11082524_828953987174906_1036277381257203619_n
Gremontree http://www.jodynfield.com/

 

 

MICHELANGELA

Oggi giornata triste qui da noi.
Questa notte ci ha lasciato la nostra amata gatta Michelangela e mascotte di Gremontree.
Aveva 17 anni ed è morta di vecchiaia.
Guardandola oggi tranquilla nel suo sonno eterno, ho ripercorso la sua vita con noi.
La trovammo 17 anni fa all’età di circa 20 giorni abbandonata ed in terribili condizioni di salute in una aiuola a Milano.
Sinceramente non avevo mai visto una cosa del genere e la cosa che più mi colpi fu come potesse ancora vivere in queste condizioni.
La portammo a casa per le prime cure e poi subito dal veterinario.
La diede subito per spacciata visto l’età ma dietro nostra insistenza ci prescrisse tutte le medicine necessarie col tentativo di salvarla.
Ci vollero mesi per recuperarla ma alla fine riuscimmo a farla guarire anche se per via delle infezioni che aveva subito i suoi canali lacrimali erano completamente occlusi.
Con lei si instaurò un legame molto profondo e lei nello stesso modo lo ricambiava.
Crebbe in mezzo ai bearded e sinceramente ne siamo convinti che lei si sentisse una di loro.
Dormiva con loro, li seguiva in giardino e ne condivideva ogni situazione.
Tutti avevano un gran rispetto per lei ed anche i cuccioli quando andavano ad infastidirla per giocare erano sempre molto attenti.
Lei stava sempre molto attenta e mai ebbe delle reazioni violente nei loro confronti.
Era veramente un angelo. La chiamavi e veniva immediatamente anche se era in giardino,
le tiravi la pallina e te la riportava. Era il suo gioco preferito.
Oggi non vedendola girare per casa sentivano una sensazione di vuoto e di gran tristezza.
Michelangela ti ringraziamo all’infinito di aver condiviso la tua vita con noi ed è stato per noi un onore averti sempre avuto al nostro fianco.
Posso comprendere che per molte persone può sembrare esagerato ma per noi Michelangela è stata parte della nostra vita.
Voglio pubblicare la leggenda indiana del Rainbow Bridge scritta da un autore ignoto creata appunto per fare sentire meno dolorosa la dipartita di un fedele amico di vita a noi caro.
Ci vediamo Michelangela ❤
12645106_971269486276688_848072456918891600_n

Gremontree http://www.jodynfield.com/

RAINBOW BRIDGE

Lassù nel cielo c’è un posto chiamato Ponte dell’Arcobaleno.

Quando muore un animale che è stato amato in vita da qualcuno,questi sale in cielo fino al Ponte dell’Arcobaleno, dove ci sono prati e colline a disposizione dei nostri amici, i quali possono giocare e correre tutti assieme.
C’è tanto cibo,tanta acqua,tanto sole e qui i nostri amici scaldati dai raggi solari sono tranquilli ed a proprio agio.

Tutti gli animali che in vita si sono ammalati qui ritrovano il proprio vigore, quelli che sono stati feriti ritornano sani e forti proprio come nei nostri sogni ricordando i bellissimi giorni trascorsi assieme.
Qui gli animali sono felici e contenti, ma c’è una cosa che nel loro cuore provoca una tenerissima tristezza: a loro manca qualcuno che nella loro vita è stato veramente importante e dal quale si sono dovuti improvvisamente separare.

Tutti loro corrono felici,contenti,spensierati ma per uno di loro arriva quel fatidico giorno in cui all’improvviso si ferma e guarda lontano all’orizzonte.
I suoi occhi lucenti sono all’erta ed un fremito percorre il corpo palpitante.
Allora si stacca dal gruppo, volando giù per le colline sempre più veloce.

Sei stato riconosciuto, e quando tu ed il tuo fedele amico Vi incontrerete di nuovo per non lasciarvi mai più, vi abbraccerete per la vostra ritrovata riunione.
Una pioggia di baci vi ricoprirà il viso e voi potrete ancora prendere il suo adorato muso fra le vostre mani guardando i suoi splendidi ,dolcissimi occhi colmi di fiducia; lui che vi era stato così lontano fisicamente ma mai da voi cancellato dal vostro cuore.

Ed allora attraverserete assieme il Ponte Dell’Arcobaleno.